Decreto Semplificazione: dal 14 Settembre per aprire un negozio basterà una comunicazione di avvenuta apertura

Grandi novità arrivano dal Decreto Semplificazione appena approvato dal governo: tra le novità più importanti quella riguardante l'apertura di nuove attività commerciali. Dal 14 Settembre non sarà più necessario chiedere alcuna autorizzazione al Comune, né attendere il silenzio/assenso dell'ente (tranne che nei casi previsti dalla legge), basterà semplicemente una comunicazione di "avvenuta apertura", la cosidetta SCIA (Segnalazione di inizio attività) sollevando l'imprenditore da fastidiose e inutili pratiche burocratiche.
Il Decreto Legislativo n° 147 del 6 Agosto 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n° 202 del 30 Agosto 2012, introduce anche altre novità tese alla semplificazione quali interventi riguardanti le attività di commercio all'ingrosso nel settore alimentare, di intermediazione commerciale e d'affari, di facchinaggio, di spedizioniere, acconciatore, estetista, lavanderia e di disciplina dei magazzini generali e dei mulini. Nello stesso atto vengono abrogati alcuni albi e ruoli tra i quali i commissionari, i mandatari, gli estimatori e pesatori pubblici e i mediatori per le unità da diporto.
Novità in arrivo anche per utenti e consumatori: recependo le direttive d'attuazione della cosiddetta direttiva Bolkestein, le categorie di utenti e consumatori vengono tutelate attraverso le associazioni di categoria.
L'articolo 139 del Codice del Consumo prevede che queste possano agire a tutela di utenti e consumatori, e chiedere l'inibitoria quando ne vengano violati i diritti.
Con l'azione si può "richiedere al Tribunale di inibire gli atti e i comportamenti lesivi degli interessi di utenti e consumatori; di adottare le misure idonee a correggere o eliminare gli effetti dannosi delle violazioni accertate; di ordinare la pubblicazione del provvedimento su uno o più quotidiani nazionali o locali quando la pubblicazione del provvedimento può contribuire a correggere o eliminare gli effetti delle violazioni accertate". Insomma, un passo deciso verso la modernità abbandonando pratiche e consuetudini divenute desuete e anacronistiche nell'Italia del 21° secolo.

Etichette: ,