Il Comune di Amaseno mette in mora la Regione Lazio

Prima o poi sarebbe dovuto succedere, viste le difficoltà in cui versano i comuni, in perenne ricerca di equilibrismi finanziari in grado di far quadrare i conti, colpiti duramente dai tagli operati dal governo centrale o in attesa di finanziamenti stanziati e mai erogati.
E' proprio per questo che l'amministrazione comunale di Amaseno, esasperata dai continui ritardi e rinvii per la realizzazione di opere pubbliche, ha deciso di intervenire e richiedere il patrocinio di uno studio legale per far valere i propri sacrosanti diritti citando, con una diffida e messa in mora, la Regione Lazio.
Nel documento, inviato alla Presidenza della regione Lazio, lo Studio Legale Gentile di Frosinone intima la liquidazione di somme per un totale di circa 587.000 Euro, relativi a somme concesse e mai ricevute per opere varie dal Gennaio 2010 a poche settimane fa.
Tra queste, come evidenziato nel documento, troviamo i lavori di sistemazione della scuola media, della rete fognaria, della discarica e della canonica, oltre al progetto Urban Dream, culminato con l'assunzione di alcuni agenti di Polizia Locale a tempo determinato.

Etichette: , , ,