I manifesti che annunciano l'Anno Giubilare Laurentiano oscurano il paese di Amaseno!

Non è per cercare la polemica a tutti i costi, e, in tutta sincerità, non avevamo neanche dato peso né avevamo calcolato le conseguenze nella pratica di un gesto tanto innocente quale l'apposizione dei cartelli che all'ingresso del paese annunciano l'Anno Giubilare Laurentiano, la serie di iniziative che per oltre un anno vedranno impegnato il nostro paese, con decine di eventi e appuntamenti dedicati al 400° anniversario che celebra la prima volta documentata dello scioglimento del sangue di San Lorenzo Martire.
Il problema è che il supporto utilizzato per i manifesti sono i due cartelli che all'ingresso del paese annunciano al viaggiatore di essere giunti ad Amaseno, e in molti ci hanno segnalato le difficoltà incontrate da chi arriva per la prima volta nel nostro paese. Sì, perché sembra strano ma ogni giorno ad Amaseno arrivano per la prima volta decine di persone: turisti occasionali, cultori della prelibata mozzarella di bufala locale, viaggiatori di commercio, rappresentanti e umanità varia che arriva qui per i motivi più disparati.
Nonostante in molti facciano uso degli strumenti che la tecnologia ci mette a disposizione, i navigatori satellitari, il vecchio e caro cartello che annuncia di essere arrivati a destinazione rimane irrinunciabile. Mancando quello arrivano le difficoltà. E così diversi cittadini amasenesi che attendevano amici e parenti, o i gestori dei Bed and Breakfast locali in attesa dei propri ospiti, ci hanno raccontato di persone che vagavano con le loro auto per le campagne amasenesi alla ricerca di Amaseno!
Evidentemente il problema è stato sottovalutato un po' da tutti, sia dal comitato che organizza l'evento che dagli amministratori comunali. L'auspicio è che venga trovata la soluzione ad un problema inaspettato e che non dovrebbe essere troppo complicato risolvere.

Etichette: