Scoperta la targa dedicata a don Flaviano Santìa nella restaurata canonica di San Pietro Apostolo

E' stata appena restaurata, dal comune di Amaseno con fondi della regione Lazio, la canonica della chiesa di San Pietro Apostolo nel centro storico di Amaseno, a due passi dal castello. In occasione della festa di S. Antonio il sindaco di Amaseno, Antonio Como, alla presenza del parroco
don Italo Cardarilli, ha scoperto la targa a ricordo di don Flaviano Santìa, cui la restaurata canonica è stata dedicata.
Per sessantatré lunghi anni don Flaviano è stato abate parroco della chiesa di San Pietro, dalla fine di Dicembre del 1935 e fino a poco prima della sua morte, quando le sue precarie condizioni fisiche e l'età avanzata gli consigliarono di abbandonare il suo ministero e ritirarsi nella casa di riposo per sacerdoti Regina Pacis a Nerola, in Sabina, dove morì il 1° Maggio 1998.
Don Flaviano, nativo di Supino, ha attraversato un importante e lungo periodo ad Amaseno, accompagnando l'evoluzione e la crescita della popolazione e dei fedeli e assistendo alla trasformazione di un paese che tra le due guerre era poverissimo e a quasi totale vocazione contadina; ha assistito agli orrori della Seconda Guerra e alle fasi della ricostruzione per arrivare alle soglie del 2000, in un panorama completamente trasformato da quel lontano 1935.
Nel corso del suo sacerdozio si è sempre dedicato a diffondere la Parola di Dio con impegno e volontà, cercando di coinvolgere nelle attività religiose tutta la comunità, con un occhio di riguardo verso i bambini e i più giovani.



Grazie a Fabio Marzi per le immagini

Etichette: , , , , ,